La Certosa Monumentale di Calci utilizzata come ospedale per prigionieri di guerra - ArTeSalVa

ArTeSalVa | Navigazione principale

  • immagine


Fai click sulle immagini per vedere la galleria a schermo intero.


Sei in: Progetto » News

La Certosa Monumentale di Calci utilizzata come ospedale per prigionieri di guerra

Il ricordo della nipote di un prigioniero

Hazel Bargiel Pickering ha scritto una mail al comitato scientifico di Artesalva per raccontare la storia di suo nonno, Josef Kolbe, soldato austriaco che fu internato a Calci nel 1918 e rilasciato in cambio di prigionieri italiani. 

La storia personale e professionale di quest'uomo si intreccia con la storia della Certosa di Calci a dimostrazione che gli edifici storici racchiudono storie e possibilità imprevisti di incontri. Per chi fosse curioso può guardare il sito che Hazel Bargiel Pickering ha realizzato: http://www.josefkolbe.com/prisoner-of-war/calci