Neues Museum, Berlino - ArTeSalVa

ArTeSalVa | Navigazione principale

  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine


Fai click sulle immagini per vedere la galleria a schermo intero.


Sei in: Ricerca » Riusi

Neues Museum, Berlino

riuso culturale

Nel 2009 ha riaperto le porte il Neues Museum di Berlino, nonostante siano ancora in corso lavori di ampliamento. In particolare è in costruzione una nuova galleria che diventerà il nuovo accesso all’Isola dei Musei: la James Simon Gallery.

Progettato da Friedrich August Stüler alla metà dell’Ottocento, fortemente danneggiato nell’ultimo conflitto mondiale, il Neues Museum è rimasto per lungo tempo un contenitore completamente svuotato. Iscritto dal 1999 nella lista dei siti Unesco, l’edificio è stato restaurato e ricostruito dall’architetto inglese David Chipperfield.

Alla sua ricostruzione si è arrivati dopo lunghe discussioni attraverso due concorsi internazionali. Entrambi i bandi chiedevano il rispetto delle linee guida elaborate da una commissione di esperti nominati dal Landesdenkmalrat di Berlino. La Fondazione Prussiana dei Beni Culturali ha quindi indetto un primo concorso nel 1993 e un secondo nel 1997. Nel primo concorso il progetto vincitore, disegnato dell’architetto Giorgio Grasso di Milano, non è riuscito a convincere completamente la giuria; nel secondo concorso i commissari hanno individuato i progetti degli architetti Frank Gehry e David Chipperfield come soluzioni possibili. Nel 1998 l’incarico è stato affidato all’architetto inglese.

Il progetto ha previsto da una parte la conservazione delle strutture e decorazioni storiche, dall’altra l’integrazione degli spazi con nuovi elementi, aggiunti richiamando ma non imitando le parti antiche. “The new reflects the lost without imitating it”. Il risultato è un’armoniosa integrazione tra vecchio e nuovo e una rifunzionalizzazione degli spazi che oggi ospitano il museo. Le integrazioni da una parte hanno reso nuovamente funzionale l’edificio, dall’altro tendono ad esaltare la memoria dei fatti, lasciando in vista i segni del passato.

“Repairs, restoration, additions all combined together has stimulating aesthetic and physical experience” (David Chipperfield).

Sul sito del museo è disponibile un’intervista all’architetto Chipperfield, che spiega il progetto del Neues Museum di Berlino. Vedi http://www.neues-museum.de/nm/index.html?r=chipperfield

Luogo: Berlino, Germania

Denominazione: Neues Museum

Usi passati: Culturale (Museo)

Uso presente: Culturale (Museo)

Committente: Stiftung Preussischer Kulturbesitz represented by Bundesamt fuer Bauwesen & Raumordnung

Data progetto: 1997-2009

Progettisti: David Chipperfield in collaborazione con Julian Harrap

Links: www.neues-museum.de

www.davidchipperfield.co.uk

The Neues Museum, Berlin. Conserving, restoring, rebuilding within the World Heritage, Leipzig, E.A. Seemann, 2009.

Interesse rispetto al progetto ArTeSalva: Il Neues Museum è un caso di integrazione architettonica e di riuso di un contenitore storico, che non ha cambiato la funzione originaria museale, ma ha modificato, ammodernato e ampliato le strutture per ospitare sia l'allestimento storico, sia gli allestimenti contemporanei delle collezioni. Le integrazioni progettate con linguaggi e materiali contemporanei instaurano un dialogo armonico con le preesistenze.