Palazzo Pepoli, Bologna - ArTeSalVa

ArTeSalVa | Navigazione principale

  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine
  • immagine


Fai click sulle immagini per vedere la galleria a schermo intero.


Sei in: Ricerca » Riusi

Palazzo Pepoli, Bologna

riuso culturale

Costruito nel XIV secolo dalla famiglia bolognese Pepoli, Palazzo Pepoli è stato ceduto al Comune nel 1910, quindi acquistato dalla Cassa di Risparmio di Bologna nel 1913-14 e passato nel 2004 alla Fondazione Carisbo.

Nel 2003 l’architetto milanese Mario Bellini ha vinto il concorso internazionale di idee indetto dalla società Museo della Città di Bologna per il recupero di palazzo Pepoli. L’idea vincente è stata quella di distinguere il contenitore storico dal contenuto museografico, che è stato allestito con grande modernità. Il risultato è un edificio storico ben restaurato all’interno del quale sono stati aggiunti elementi contemporanei per ospitare un percorso interattivo che ripercorre la storia della città. Contenitore e contenuto si esaltano a vicenda. Dentro il cortile del palazzo, Bellini ha realizzato una torre in vetro e acciaio che amplia gli spazi e dialoga con la storia.

Il museo ha aperto i battenti nel 2012.

Per informazioni tecniche relative al progetto, vedi il sitoweb dell'architetto Mario Bellini: www.bellini.it

Luogo: Bologna, Italia

Denominazione: Palazzo Pepoli

Usi passati: residenziale

Uso corrente: culturale

Committente: Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna

Data: 2003-2012

Architetti: Mario Bellini

Link:  www.genusbononiae.it

Interesse rispetto al progetto ArTeSalVa: Il recente allestimento del Museo della Storia di Bologna all'interno di palazzo Pepoli mostra come sia possibile restaurare un edificio storico e utilizzare le nuove tecnologie per allestire un'esposizione museale contemporaneaa senza stravolgere le strutture storiche. Il Museo è divenuto un efficace strumento di divulgazione per pubblici di tutte le età.